Crea sito

Il club di Jane Austen – Darcy’s hope at Donwell abbey

Darcy's hope at Donwell abbey



Darcy's hope at Donwell abbeyTitolo: Darcy’s hope at Donwell abbey
Autore: Ginger Monette
Casa editrice: Spero books
Anno: 2017
Genere: historical romance
Voto: 4/5
Source: This book was sent to me by the author in exchange for an honest review

Darcy’s hope at Donwell abbey viene definito un romanzo stand-alone; nonostante ciò, a mio parere, per essere goduto appieno deve far seguito al primo volume della saga di Ginger Monette, Darcy’s hope – Beauty from ashes. Anche se l’autrice è brava a spiegare, quando serve, il background, credo che la mancata lettura del primo volume, tolga qualcosa al secondo.

Darcy's hope at Donwell abbeyLa storia riprende laddove l’avevamo lasciata, e cioè con i due protagonisti che finalmente hanno raggiunto il loro lieto fine e non fanno altro che attendere la fine della guerra per coronare il loro sogno d’amore. Ma, si sa, i periodi di guerra sono molto difficili e creano sempre dei problemi. Quando, infatti, Darcy raggiungerà la sua amata Pemberley per la licenza natalizia, invece di godersi le feste con la sua amata Elizabeth, sarà disperato a causa della sua assenza.
Lizzy, in effetti, crede di essere sospettata come spia per il nemico e, temendo per la sua vita e di infangare l’onore del suo amato capitano Darcy, con un estremo sacrificio d’amore decide di farsi da parte e sparire per sempre.

Lizzy o Juliet?

Come se la storia fin qui non fosse abbastanza angosciante, una volta richiamato al fronte, Darcy subisce dei gravi danni in battaglia. Viene poi mandato a Donwell abbey, ora diventato un ospedale militare, per guarire.

E’ con le struggenti scene di battaglia, tra l’altro descritte benissimo dall’autrice, che si svolgeranno i momenti più frustranti e drammatici del libro. Come nel primo volume, infatti, ci viene mostrata la realtà dei soldati che sono stati feriti mentre servivano il loro paese durante la prima guerra mondiale, ma che fanno comunque fatica a riprendersi dal trauma. Uno di questi è proprio Darcy, che, oltre a faticare a riprendersi fisicamente, deve anche affrontare il suo dolore per la perdita di Elizabeth.
Fortunatamente la sua infermiera riuscirà ad aiutarlo a guarire fisicamente, nonché a fargli provare di nuovo dei sentimenti per una donna.
Darcy si ritrova così ad un bivio: costruirsi una nuova vita con la sua infermiera Juliet o restare per sempre legato al ricordo di Elizabeth?

Tra “Orgoglio e pregiudizio” e “Downton Abbey”

Essendo un sequel, la storia si distacca dalla trama di Orgoglio e pregiudizio che era stata ripercorsa nel primo volume della saga. Darcy's hope at Donwell abbeyIn particolare, ho trovato anche che i personaggi si distaccassero un po’ da quelli originali, ma nel complesso li trovo tagliati per il ruolo che devono sostenere nella storia.
In effetti mi è piaciuto che fosse mostrata la fragilità di Darcy ed ho apprezzato la forza di Elizabeth. Quello che però mi è piaciuto di più è stato il modo in cui l’infermiera Juliet si prendeva cura dei pazienti, e cioè con passione e dedizione.

La cosa che ho apprezzato di questo secondo volume è lo sfondo sul quale si muovono i personaggi. Grazie al pretesto di aver trasformato Donwell abbey, dimora dei Knightley, in un ospedale militare, la storia di Orgoglio e pregiudizio viene trasportata nel mondo di Downton abbey. Ad avvalorare tutto ciò c’è la presenza di alcuni personaggi inediti, ed in particolare di zia Eliza. Questa, pur volendo scimmiottare e sostituire la figura di Lady Catherine, ricorda molto quella di Lady Crawley.

La lettura è stata molto scorrevole, anche se durante la seconda metà del volume mi sono sentita un po’ frustrata. Avrei voluto arrivare più velocemente al finale e alla risoluzione degli eventi. Inoltre, mi sarebbe piaciuto leggere anche qualche capitolo dal punto di vista di Margaret Hale e John Thornton, i protagonisti di Nord e sud che fanno un’apparizione nella storia, e del colonello Fitwilliam e di un certo suo interesse amoroso…

 

 

L'autrice

Darcy's hope at Donwell abbeyGinger Monette vive con la sua famiglia nel Nord Carolina dove si diverte a guardare i period drama e a leggere un bel romanzo ogni domenica pomeriggio.
Il suo romanzo sulla prima guerra mondiale, Flanders field of grey, ha vinto il grande premio, Picture this della Charlotte Mecklenburg Library’s 2015.

Dalla stessa autrice: Darcy’s hope – Beauty from ashes



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.