Crea sito

Il club di Jane Austen – L’amaryllis fiorirà


Il club di Jane Austen


L'amaryllis fiorirà

Titolo: L’amaryllis fiorirà – The Austen resort – Episodio 1
Autore: Elisa Origine
Casa editrice: autopubblicato
Anno: 2015
Genere: psicologico
Voto: 4/5
Source: This book was sent to me by the publisher in exchange for an honest review

L’amaryllis fiorirà è un crossover in chiave moderna, scritto da Elisa Origine, che vede riuniti tutti i personaggi, o quasi, dei romanzi di Jane Austen.
Protagonista è la famiglia Benetti, ed in particolar modo le due figlie maggiori, Giovanna ed Elisabetta, che, grazie alla sfacciataggine delle loro sorelle minori, incontrano nella loro zona universitaria due studenti stranieri molto carini, Bingley e Darcy. 

Dopo aver passato insieme il periodo dell’Erasmus, i ragazzi sono costretti a separarsi. La cosa dispiace molto più a Giovanna e a Bingley, tra i quali si era instaurato un certo rapporto, che a Darcy o alla giovane e viziata sorella di Bingley, Caroline.
Qualche tempo dopo però si ritroveranno tutti, non proprio per caso, a passare una settimana di vacanza all’Austen resort gestito dalla più grande amica di Elisabetta, Carlota.

Ed è qui, in un villaggio alle porte di Fuerteventura, che s’incontrano tutti i personaggi della Austen, dalle sorelle Dashwood ad Emma Woodhouse. Questi ultimi, nonostante ad alcuni venga buffamente cambiato il nome o l’etnia, sono introdotti progressivamente ed in modo che si possa risalire subito al personaggio austeniano a cui fanno riferimento.
Quello che più mi è piaciuto è stato il corrispettivo di lady Catherine de Bourgh, anche se pure la signora Benetti e la sua amica Genini sono personaggi molto ben costruiti.

L’intento dell’autrice di questo racconto è quello di far conoscere il mondo degli introversi ed il modo in cui relazionarsi con loro. Infatti, l’amaryllis è un fiore che rappresenta l’orgoglio unito alla timidezza. A tale scopo sono molto utili sia l’introduzione al racconto che l’appendice atte a spiegare i temi affrontati nell’episodio, e cioè la differenza tra introversione ed estroversione.

E’ stato bello leggere finalmente un’opera ispirata all’universo di Jane Austen in italiano, che fosse ben fatta ed a suo modo anche divertente.

Il punto di forza di questo racconto è il fatto di essere molto curato, soprattutto per quanto riguarda i dialoghi in altre lingue. Quello che mi è piaciuto di meno è stata l’incursione nel dialetto napoletano. Abbastanza fuori luogo e scontata e che purtroppo non supera gli stereotipi affibbiatici dalle regioni settentrionali.

Spero che una volta che tutti e sei gli episodi saranno pronti, l’autrice deciderà di pubblicarli anche in un unico volume. Questo per non dare al lettore quella sensazione di incertezza che ogni finale aperto lascia.


L’autore

L'amaryllis fioriràElisa Origine nasce nel novarese, fisicamente nel 1989, mentalmente nel 1789. Dopo essersi diplomata in un istituto tecnico commerciale, ha frequentato per due anni la facoltà di mediazione linguistica e culturale all’università statale di Milano, senza tuttavia portare a termine gli studi.  Ama Jane Austen, la psicologia, i gatti e la cultura giapponese.

 

 

Related Posts



0 commenti su “Il club di Jane Austen – L’amaryllis fiorirà”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.