Crea sito

What’s wrong with secretary Kim? – Recensione

 

What's wrong with secretary Kim?Titolo: What’s wrong with secretary Kim?
Titolo originale: 김비서가 왜 그럴까?
Regista: Park Joon Hwa
Attori principali: Park Min-young, Park Seo-joon, Kang Ki Young
Emittente: tvN
Anno: 2018
Episodi: 16
Genere: romcom
Voto: 7/10

What’s wrong with secretary Kim? è un drama sud coreano andato in onda su canale tvN nel 2018. E’ la storia di Lee Young-joon (Park Seo-joon), giovane vicepresidente, che non riesce a capire perché la sua fedele segretaria, Kim Mi-so (Park Min-young), abbia deciso di licenziarsi.
In effetti, il ragazzo è un personaggio molto particolare, così concentrato su se stesso che definirlo egocentrico sarebbe poco. Egli, infatti, prende l’abbandono della segretaria come una questione personale. E cerca di impedire alla donna di portare a termine il suo progetto senza tener conto delle sue motivazioni.
Come accade spesso però, quando si conosce meglio una persona e quando si rischia di perderla, se ne comprende il vero valore e ci si comporta di conseguenza sperando non sia troppo tardi.

What's wrong with secretary Kim?
Lee Young-joon (Park Seo-joon) e Kim Mi-so (Park Min-young)

Lee Young-joon (Park Seo-joon) ricopre la carica di vicepresidente dello Yoomyung Group al posto di suo fratello che ha deciso di diventare uno scrittore. Sicuro di sé al punto di credere di avere un’aura positiva, nasconde però delle problematiche psicologiche molto importanti. Queste si manifestano attraverso la paura delle donne, che non riesce a neanche a toccare, e delle fascette di plastica. In un primo momento il personaggio può risultare antipatico perché sopra le righe (ed anche un po’ creepy con le sue apparizioni improvvise e le sue espressioni non proprio felici) ma, con lo svolgimento della trama e la risoluzione delle conseguenze delle sue esperienze dolorose appare poi più dolce e “normale”. 

Kim Mi-so (Park Min-young) è la classica eroina che si sacrifica per il bene degli altri e sopporta molte ingiustizie senza battere ciglio. Giovane e con tanta voglia di vivere, pur essendo un’efficientissima segretaria, vorrebbe lasciare il suo posto di lavoro per capire quale strada prendere nella sua vita. Ciò le aprirà, tra le altre cose, un conflitto interiore poiché, mentre vuole andare avanti nella sua vita, non sa riconoscersi al di fuori della definizione di segretaria.


What's wrong with secretary Kim?


Park Yoo-sik (Kang Ki-young) è uno dei direttori dell’azienda Yoomyung e migliore amico di Lee Young-joon (Park Seo-joon). Il suo è in assoluto il personaggio più divertente del drama, tragicamente comico ma infinitamente simpatico.

La cosa carina di questo drama è lo spazio che dà alle storie dei personaggi secondari come quelle tra Kim Ji-a (Pyo Ye-jin) e Go Gwi-nam (Hwang Chan-sung) e Bong Se-Ra (Hwang Bo-Ra) e Yang Cheol (Kang Hong-Suk), relazioni sentimentali d’ufficio dannatamente divertenti (anche se il personaggio di Go Gwi-nam a volte mi ha fatto impressione per la sua parsimonia).

What's wrong with secretary Kim?
Kim Mi-so (Kim Ji-yoo) e Lee Young-joon (Moon Woo-jin)

Essendo una romcom la serie svolge la sua trama in modo molto divertente, facendo ridere lo spettatore quasi sempre. Sono stati molto carini anche gli inserimenti di effetti speciali che l’hanno avvicinata molto allo stile dei manga. Questo drama però è riuscito ad unire insieme al fattore comico e romantico anche un pizzico di thriller e mistery. La parte che mi ha appassionato di più è, infatti, quella che tratta del passato oscuro dei personaggi principali. E devo ammettere anche che la recitazione dei piccoli Moon Woo-jin e Kim Ji-yoo mi ha stupito molto data la bravura e la giovane età dei due attori.

Tratto da un manga scritto da Jung Kyung-yoon, il drama ha un ritmo sostenuto, almeno per le prime dieci puntate, poi comincia a rallentare e a diventare noioso. Trovo, infatti, che la prima parte è molto ben fatta ed accattivante ma che la storia sarebbe potuta terminare prima. Alla fine della serie sono state inserite, infatti, molte puntate che mostrano la coppia dopo il raggiungimento del lieto fine che hanno meno mordente rispetto a quelle precedenti in cui c’era la fase di corteggiamento e la risoluzione del mistero.

La colonna sonora è simpatica ma onnipresente, nelle ultime puntate l’ennesima ripetizione dello stesso brano causa quasi la nausea.

Le location sono molto carine, da ricordare soprattutto il mini appartamento della protagonista e la super-villa del vicepresidente con la sua cascata personale.

What's wrong with secretary Kim?
Lee Young-joon (Park Seo-joon) e Kim Mi-so (Park Min-young)

La segretaria Kim (Park Min-young) non indossa degli abiti particolari, anzi, i suoi outfit, e soprattutto quelli per l’ufficio, vengono ripetuti molto spesso. L’accoppiata di blusa e longuette risulta però vincente per il suo personaggio perennemente con la coda di cavallo.
Altra questione sono gli abiti indossati dalla donna per il tempo libero, di minor gusto e di colori che non esaltano assolutamente il suo tono di pelle.

Complessivamente è un drama da tenere in considerazione se si vuole passare qualche ora sorridendo e senza prendersi sul serio. Non a caso questo è uno dei drama con la percentuale di spettatori più alta nella storia della televisione corena da vedere se non si vuole nulla di troppo impegnativo e per rilassarsi.

Related Posts



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.